Il Baroque Pop sfacciato ed espansivo di Feist al Teatro dell'Arte

Il Baroque Pop sfacciato ed espansivo di Feist al Teatro dell’Arte


Nel 2004 Feist ha fatto il suo debutto negli Stati Uniti con Let It Die, che includeva il singolo “Mushaboom“, vincendo il Juno Award per Best Alternative Rock Album e Best New Artist ottenendo un grande successo dalla critica del settore. Nel 2007 esce “The Reminder” che scala subito le classifiche americane posizionandosi tra i primi 20 album. Con “1234” la cantante canadese arriva al successo internazionale vendendo più di un milione di copie. Il singolo “My Moon My Man” (sempre incluso in “The reminder“), le fa vincere invece il Music Prize 2007, redendola la seconda donna ad aver mai vinto quel premio.

Dopo una piccola pausa durante la quale viene fuori Look at What the Light Now, un documentario sul making of di The Reminder e il suo successivo tour, Feist ritorna nel 2011 con Metals. Metals debutta al # 9 posto in classifica su Billboard ed viene nominato Album dell’anno dal New York Times oltre a vincere il Premio Polaris e altri quattro Juno Awards.

Il primo album di Feist in sei anni s’interroga sui segreti e sulle vergogne, sulla solitudine e sulla tenerezza, sulla cura e sulla stanchezza ed è al centro di uno studio sulla coscienza di sé. Il quarto lungometraggio della songwriter canadese, Pleasure riprende il caldo naturalismo del vincitore del Polaris, Metals presentandosi come il lavoro di Feist formalmente più sfacciato ed espansivo fino ad ora. Pleasure con le sue 4 nomination ai Grammy Awards, mostra ancora una volta la straordinaria profondità della sua arte.

Con il suo infinto movimento dal silenzio austero all’intensità frenetica, Pleasure è sia dolorosamente intimo e incredibilmente vasto, raffinato e anarchico. Registrato nel corso di 3 mesi, Pleasure è stato co-prodotto da Feist insieme ai suoi collaboratori di lunga data, Renaud Letang e Mocky.

Ad oggi, Feist ha venduto oltre 3 milioni di copie in tutto il mondo e ha accumulato più di 500 milioni di ascolti in streaming. È apparsa al Saturday Night Live, ha registrato un sold out all’Hollywood Bowl e vanta il secondo video più visto nella storia di Sesame Street.

31 Luglio 2017, ore 21.00

Triennale Teatro dell’Arte
Palazzo della Triennale
Viale Alemagna,6
20121 Milano

Biglietto intero: 40,00 Euro