Basia – Drunk on Love


Basia - Drunk on LoveSe solo avessero avuto l’opportunità, si sarebbero fatti chiamare “James Bond”.
Evidentemente i limiti imposti dai diritti d’autore, la consapevolezza di possibili brogli mediatici e un pizzico di amor proprio ha costretto tre patiti di storie di spionaggio a inventarsi il nome di Matt Bianco: “una spia, un agente segreto: eravamo amanti del genere spy-story televisivo”.
In effetti, la loro storia sembra proprio un intringo internazionale.
Nei primi anni ’80, Mark Reilly, Danny White e Kito Poncioni si trovano per suonare insieme in un gruppo pop, i Blue Rondo A La Turk, ma ecco che arriva la “spia” polacca:  Basia Trzetrzelewska.
Voce che incanta, impostazione jazz, Basia cambia le carte in tavola e anche il nome del gruppo.
Prima si fregiano del nome “Bronze” e poi finalmente diventano i Matt Bianco.
Prima in tre, poi in due, i Matt Bianco si scombussolano da soli non prima, però di avere lasciato il segno nelle classifiche di tutto il mondo.
Dei Matt Bianco ricordo con piacere tutto il periodo pre-dance (i loro più grandi successi) e post scissione, con Basia che si incammina per la sua strada quasi da sola: si porta dietro Danny White, come innamorato e come co-protagonista delle sue esibizioni canore.
E che esibizioni riesce ancora a regalarci!