Conferenza: Si può ancora chiamare Jazz?


Domenica 12 marzo alle ore 18 a Spazio Aref, Stefano Zenni tiene una conferenza intitolata “Si può ancora chiamare Jazz?”. Presentazione a cura di Mauro Montalbetti.
Musica Contemporanea, Jazz d’avanguardia, improvvisazione radicale, queste forme di creatività del nostro tempo dialogano fra loro? Si influenzano?
Stefano Zenni, docente universitario scrittore e direttore artistico, rifletterà sul rapporto e sulla reciproca influenza fra la musica improvvisata e la musica colta del XX e XXI secolo.

La rassegna di Aref in musica, dedicata quest’anno al tema dell’improvvisazione, si chiuderà il 2 aprile con un concerto di Mirco Ghirardini per clarinetto contrabbasso intitolato “Ombre”.

L’ingresso è libero, ma con prenotazione obbligatoria inviando una e-mail a info@aref-brescia.it o chiamando lo 030 3752369.

STEFANO ZENNI
È stato fondatore e presidente della Società Italiana di Musicologia Afroamericana (SIdMA). Insegna Storia del jazz e della musica afroamericana, Analisi delle forme compositive jazz e Storia della musica applicata alle immagini presso il Conservatorio di Bologna. È docente a contratto presso il Conservatorio di Firenze. Insegna Storia della Musica presso la scuola di teatro L’Oltrarno del Teatro della Pergola di Firenze, diretta da Pierfrancesco Favino. Ha insegnato Analisi a Siena Jazz e History of Music of XX and XXI Century presso la New York University a Firenze. Dal 1998 è direttore artistico della rassegna Metastasio Jazz presso il Teatro Metastasio di Prato. È stato direttore artistico del Torino Jazz Festival dal 2013 al 2016. Attualmente è direttore del TJFNarrazioni Jazz a Torino. Ha curato per anni la stagione musicale della Società del Teatro e della Musica L. Barbara di Pescara. Ha pubblicato importanti libri su Louis Armstrong, Herbie Hancock, Miles Davis, Charles Mingus. Il volume I segreti del jazz ha vinto il premio Migliore libro di saggistica su musica internazionale 2007-2008 al 1° Festival del Libro Musicale di Sanremo. Ha pubblicato una vasta e innovativa Storia del jazz. Una prospettiva globale (Stampa Alternativa, 2012). Il suo ultimo libro è Che razza di musica. Jazz, blues, soul e le trappole del colore (EDT, 2016). Dal 2012 tiene con successo il ciclo “Lezioni di jazz” presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma. È stato consulente per i film Io sono Tony Scott di Franco Maresco (2010) e Enrico Rava. Note necessarie, di Monica Affatato (2016). I suoi contirbuti su musica e cinema sono in dvd su Pasolini, Ciprì e Maresco, Gianni Amico. È stato a lungo collaboratore della rivista Musica Jazz. Dal 2009 al 2013 è stato editor del settore jazz del Giornale della Musica. È stato membro dell’International Advisory Board del Center for Black Music Research di Chicago nonché redattore del New Grove Dictionary of Jazz II. È stato candidato ai Grammy Awards come autore di note di copertina. Dal 1997 è stato conduttore di Rai Radio3 nei programmi “Mattino Tre”, “Il terzo anello”, “Body and Soul” ecc

Aref in musica
SpazioAref – Spazio per l’arte dell’Associazione Rizzi e Ferrari
Piazza Loggia 11/f
www.aref-brescia.it
info@aref-brescia.it
030 3752369
333 3499545 – 339 1000256