È online il video del brano “Padre e figlio” di Cristiano Godano

Da oggi, venerdì 22 gennaio, è online il video di “Padre e figlio“, brano di Cristiano Godano contenuto nel suo primo album solista “Mi ero perso il cuore” (Ala Bianca Group/Warner Music):

Un brano dal forte impatto emotivo, con pennellate di piano e di cori femminili che lo impreziosiscono con misurata delicatezza. Mette in scena un diverbio acceso tra queste due figure, al quale il padre ripensa a distanza di qualche ora provando commozione, empatia, tristezza, pentimento.

I registi del video, Maria Erica Pacileo e Fernando Maraghini, hanno definito il brano “una lettera d’amore di rara profondità”. Da qui è partita la volontà di mettere al centro del video l’intensità dello sguardo di Cristiano, volto a rappresentare questa profondità, mentre solo negli ultimi frame subentra quello del figlio Enrico. Sono immagini che sottolineano l’emotività della produzione di Cristiano Godano, che con “Mi ero perso il cuore” mette a nudo l’anima umana.

Mi ero perso il cuore” è uscito a giugno 2020 ed è disponibile in digitale, in CD e doppio Vinile da collezione 180gr.

Questa la tracklist: La mia vincita, Sei sempre qui con me, Ti voglio dire, Com’è possibile, Lamento del depresso, Ciò che sarò io, Ho bisogno di te, Dietro le parole, Padre e figlio, Figlio e padre, Panico, Nella natura, Ma il cuore batte.

La versione in vinile contiene la bonus track “Per sempre mi avrai”.

Mi ero perso il cuore” è stato accompagnato da tre singoli: “Ti voglio dire” (qui il video), che ne ha anticipato la pubblicazione, e in seguito “Com’è possibile” (qui il video) e “Ho bisogno di te” (qui il video), attualmente in radio.

Il tour di Cristiano Godano per presentare “Mi ero perso il cuore” (Ala Bianca Group/Warner Music), inizialmente previsto a partire da novembre 2020, è stato sospeso a causa delle norme vigenti, dovute all’emergenza sanitaria. Verrà recuperato a data da destinarsi.

Cristiano Godano, artista poliedrico, è cantante, chitarrista, autore, attore e scrittore. Oltre a essere il cantante dei Marlene Kuntz, infatti, è l’autore di tutti i testi (oltre 130) della band. Nel 2008 ha esordito come scrittore, con i sei racconti de “I vivi” (Rizzoli), dai quali ha tratto un reading che ha portato in tour in tutta Italia, nel 2019 ha pubblicato il racconto biografico in prima persona “Nuotando nell’aria. Dietro 35 canzoni dei Marlene Kuntz” (La Nave di Teseo). È docente all’Università Cattolica di Milano e tiene lezioni e workshop in ambito musicale e poetico.

Wolfgang's
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content