I migliori live post-scissione dei Pink Floyd e di Roger Waters

Dopo la pubblicazione di “Final Cut” (titolo quanto mai profetico) e l’abbandono di Roger Waters, quali sono stati i migliori concerti live dei Pink Floyd guidati da David Gilmour e quali quelli di Waters?

Diciamo subito che le anime dei Pink Floyd sono sempre state molteplici e caratterizzate dalle forti personalità di chi, in quel periodo specifico, ha preso in mano le redini del gruppo dopo la dipartita di Syd Barrett: Roger Waters e David Gilmour hanno influenzato le sonorità e i contenuti ognuno a modo loro, plasmando e modellando a loro immagine e somiglianza i lavori e, conseguentemente, i live del Pink Floyd.

Più concettuale Waters, più musicista Gilmour.

A dir la verità i live capitanati da Gilmour offrono spesso una distorsione dell’immagine dei Floyd. Certo l’apparato scenografico rimane, parte del nucleo fondante è sul palco (Nick Mason e, fino al 2008 con alterne modalità di inclusione, Richard Wright), Gilmour si attornia di musicisti e vocalist di primo piano, ma… tende a spettacolarizzare il live, lo trasforma in show e spesso i brani più belli e importanti diventano letteralmente “pop”.
Gran bella musica anche le nuove produzioni. Bella musica e basta. Da ascoltare con lo sguardo sognante alla nostalgica ricerca di un passato che non esiste più.
E poi ci sono i live dei Pink Floyd post Waters da dimenticare. Primo fra tutti quello del 1989 a Venezia. Davvero inascoltabile.

Dall’altra parte, Roger Waters porta tutta la sua genialità e l’eredità di quanto ha creato per i Pink Floyd in ogni suo live.
Perfetti dal punto di vista tecnico e musicale, nei suoi live Waters ha il pregio di raccontarsi attingendo a tutto il passato repertorio (compreso Animals, The Wall,…) proponendo nuovi contenuti e sonorità (The Pros and Cons of Hitch Hiking, Radio K.A.O.S., Amused to Death, Is This The Life We Really Want?).

In definitiva, quali i migliori live da ascoltare dopo la separazione delle anime dei Pink Floyd?

Per quanto riguarda David Gilmour, bisogna andare per forza di cose al 2005, alla reunion per Live 8.
Il 2 luglio 2005, in occasione del Live 8, la manifestazione musicale organizzata dall’amico Bob Geldof per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla povertà e sui problemi dell’Africa, i Pink Floyd tornano a esibirsi nella loro formazione storica, Roger Waters compreso, eseguendo alcuni brani rappresentativi della loro avventura musicale: Breathe (a cui viene accorpato Breathe -Reprise), Money, Wish You Were Here e Comfortably Numb.
E’ lo stesso Nick Mason a confermare il nostro giudizio: “Quello è stato uno dei migliori live della band” ha detto in un’intervista.

Il live migliore di Roger Waters è “In the flesh”, registrato il 27 giugno del 2000, durante un concerto alla Rose Garden Arena, a Portland. Imperdibile.

Formazione:
Roger Waters – basso elettrico, chitarre, voce
Doyle Bramhall II – chitarra, voce
Andy Fairweather Low – chitarra, basso elettrico, voce
Snowy White – chitarra
Andy Wallace – tastiere, organo Hammond
Jon Carin – tastiere, lap steel, chitarra acustica, voce
Katie Kissoon – Voce
Susannah Melvoin – Voce
P. P. Arnold – Voce
Graham Broad – Batteria, percussioni
Norbert Stachel – Sassofono

TrackList:
1.In The Flesh 01:51
2.The Happiest Days Our Lives 06:23
3.Another Brick In The Wall Pt.2 07:28
4.Mother 13:45
5.Get Your Filthy Hands Off My Desert 19:28
6.Southampton Dock 20:30
7.Pigs on the Wing, Pt.1 22:46
8.Dogs 24:05
9.Welcome To The Machine39:39
10.Wish You Were Here 46:13
11.Shine On Your Crazy Diamond Pts.1-8 51:20
12.Set the Controls for the Heart of the Sun 1:06:52
13.Breathe (In the Air) 1:13:49
14.Time 1:17:02
15.Money 1:23:21
16.Pros and Cons of Hitch Hiking, Part 11 (AKA) 5:06 AM — Every Strangers’ Eyes)1:29:29
17.Perfect Sense (Parts 1 and 2) 1:34:58
18.The Bravery of Being Out of Range1:42:26
19.It’s a Miracle 1:47:34
20.Amused to Death 1:55:45
21.Brain Damage 2:05:10
22.Eclipse 2:09:20
23.Comfortably Numb 2:11:34
24.Each Small Candle 2:19:39

Wolfgang's
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content