Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Il Manifesto della Musica Sostenibile

L’Associazione dei Produttori Musicali Indipendenti PMI, con la collaborazione di IMPALA e Rockol, ha realizzato il Manifesto della Musica Sostenibile, un documento di 10 target, con un triplice obiettivo: creare consapevolezza sulla problematica, favorendo l'”educazione ambientale” dei lavoratori e dei fruitori della musica; promuovere iniziative che riducano l’impatto ambientale dell’intera filiera e che utilizzino la musica come veicolo per sostenere politiche e comportamenti ambientali più corretti; mantenere un dialogo costante con le con le Istituzioni nazionali e locali per sollecitare iniziative propedeutiche alla sostenibilità ambientale del settore musica e favorire il rafforzamento economico delle imprese a fronte di investimenti di adeguamento ai nuovi parametri di sostenibilità.

Il Manifesto può essere sottoscritto da tutti gli operatori della filiera musicale e dagli Artisti che vogliano assumere la sostenibilità ambientale del settore come un obiettivo primario delle proprie attività.

Modulo per la sottoscrizione

Una delle più urgenti problematiche che il settore cultura, e quindi anche la musica, deve oggi affrontare è l’impatto ambientale della creazione e diffusione delle opere. Le attività tipiche del settore musica, valutate dal punto di vista della sostenibilità, evidenziano molte criticità: dalla produzione e dal trasporto del prodotto fisico con utilizzo, e successiva dispersione di plastica, alla distribuzione digitale del prodotto musicale il cui elevato costo, in termini di energia necessaria, non viene percepito dagli imprenditori e tantomeno dal pubblico. Il settore ha già iniziato a mitigare l’impatto del live, ma molto resta da fare sul merchandising, sulla diffusione e sul consumo di musica registrata e così via.

Molte realtà europee hanno già individuato questo tema come essenziale e molte aziende all’estero si sono già dotate di un “sustainability manager” come supporto essenziale al decision making aziendale.

È necessario incoraggiare tutta la filiera ad adottare pratiche non dannose per l’ambiente e innescare dei comportamenti virtuosi che abbiamo ricadute positive anche sul comportamento di consumo dei fruitori di musica.

Modulo per la sottoscrizione

Il decalogo, realizzato da un team di professionisti guidato da Francesca Trainini (Chair di Impala e VicePresident di PMI), è stato presentato in occasione della 72° edizione del Festival di Sanremo a Casa SIAE durante il panel Musica Sostenibile: il green non può più attendere, evento che ha visto la partecipazione di Francesca Trainini, Enzo Mazza (CEO di FIMI), Licia Del Greco (Chief Innovation & Strategy Officer and Head of International Relations at SIAE) e Davide Poliani (Giornalista presso Rockol).

Il Manifesto della Musica Sostenibile
Wolfgang's