Live '18, il tour estivo dei Simple Minds

Live ’18, il tour estivo dei Simple Minds


Dopo aver girato l’Italia quest’anno con uno speciale ed intimo acoustic tour, in compagnia di KT Tunstall, la band è pronta a tornare nuovamente nella penisola. Con nuova musica. Alla vigilia dell’uscita di ‘Walk Between Worlds’, il 2 Febbraio, la band di Glasgow annuncia il nuovo tour, che toccherà l’Italia a luglio 2018.

Acquista oggi i tuoi biglietti per i Simple Minds

Le date:
2 luglio Cremona, Piazza del Comune
3 luglio Roma, Auditorium Parco della Musica
4 luglio Macerata, Sferisterio
5 luglio Marostica, Marostica Summer Festival
10 luglio Udine, Piazza Castello
11 luglio Genova, Arena Del Mare – Porto Antico

Acquista oggi i tuoi biglietti per i Simple Minds

I Simple Minds sono un gruppo musicale scozzese, considerati uno dei più rappresentativi e influenti degli anni ottanta e novanta. In quarant’anni di carriera hanno venduto circa 60 milioni di copie.
Il gruppo viene fondato a Glasgow nel 1977, su iniziativa del cantante Jim Kerr e del chitarrista Charlie Burchill. I due, in precedenza, avevano per breve tempo costituito un gruppo post punk chiamato “Johnny and the Self Abusers”, che nel 1977 pubblicò il loro unico 7″, Saints & Sinners. A loro si uniscono Derek Forbes al basso, Mick MacNeil alle tastiere e Brian McGee alla batteria. La scelta del nome fu inteso come omaggio al brano The Jean Genie di David Bowie («He’s so simple-minded, he can’t drive his module»).
L’album d’esordio, Life in a Day del 1979, si inserisce nel filone della musica elettronica post-punk, e risentiva in modo evidente dell’influenza di Bowie, dei Kraftwerk e dei Roxy Music. L’album ottiene un discreto successo, e la fama del gruppo continua a crescere con i successivi Real to Real Cacophony, del 1979, Empires and Dance del 1980 e Sons and Fascination/Sister Feelings Call del 1981. Il carisma di Kerr e le atmosfere dark delle esibizioni dal vivo contribuiscono in modo sostanziale alla popolarità del gruppo. Sarà Peter Gabriel a notarli soprattutto per il preziosissimo lavoro di Empires and Dance e ad introdurli alla Virgin Records, oltre a sceglierli come gruppo di supporto durante la sua tournée del 1980.
Dopo i primi tre album, il batterista Brian McGee lascia il gruppo; si alterneranno diverse figure prima della scelta definitiva, durante le registrazioni di New Gold Dream, l’afro-inglese Mel Gaynor.

Il loro ultimo album – Acoustic, 2016 – è una compilation del gruppo musicale scozzese Simple Minds, pubblicato nel 2016 dalla BMG.
L’album presenta delle canzoni uscite in precedenza in versione acustica registrate in studio e ha avuto recensioni contrastanti.

Simple Minds. (25 dicembre 2017). Wikipedia, L’enciclopedia libera. Tratto il 1 gennaio 2018, 11:18 da //it.wikipedia.org/w/index.php?title=Simple_Minds&oldid=93459849.