Magnets and miracles. Solitudine e nostalgia nei testi dei Pink Floyd

Magnets and miracles. Solitudine e nostalgia nei testi dei Pink Floyd


Dopo “I 10 brani da ascoltare almeno una volta nella vita” e dopo i libri su Tim Burton e Hayao Miyazaki, il giovane autore Jacopo Caneva ci propone una breve ma approfondita analisi dei concetti di solitudine e nostalgia nei testi dei Pink Floyd, da “The Dark Side of the Moon” a “The Wall”.
Il punto in comune tra liriche così diverse è il ricordo di Syd Barrett, primo, geniale leader della band, il diamante pazzo che ha dato il nome ai Pink Floyd e li ha consegnati al mito, per poi scomparire nell’anonimato dopo anni tormentati.
Un omaggio alla leggendaria band inglese per celebrare l’insperata uscita di un nuovo album di inediti, The Endless River.

Acquista su Amazon:
“Magnets and miracles. Solitudine e nostalgia nei testi dei Pink Floyd”
di Jacopo Caneva (Autore)
Copertina flessibile: 110 pagine
Editore: goWare (5 aprile 2018)
Collana: Pop corn
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8867979736
ISBN-13: 978-8867979738
Peso di spedizione: 177 g