Of Monsters and Men – L’Islanda di Mostri e di Uomini è tutta da ascoltare


Of Monsters And Men - Lowlands 2012Of Monsters and Men, di Mostri e di Uomini, sono le storie raccontate nelle canzoni di questo gruppo islandese che è riuscito a sganciarsi dalle melodie intellettuali di Bjork e dai ritmi troppo sognanti dei Sigur Rós per colpire il cuore di chi li ascolta, perchè nel loro sound c’è tutta l’emotività che, come fosse un geyser della loro terra, lancia tutto attorno non vapore ma favole e miti nella loro personalissima interpretazione.
Così è che l’Islanda scatena un altro terremoto musicale perchè – diciamocelo sinceramente – è dai tempi dei Genesis di Peter Gabriel che nessuno ci prende in braccio, ci fa accoccolare e ci sussurra nell’orecchio storie così fantastiche da sembrare parte di noi.


Quando ho letto che la cantante si chiama Nanna Bryndís Hilmarsdóttir, un po’ mi sono spaventato, sempre pronto a firmare in calce a quella regola che dice “di nome, di fatto”, ma poi mi sono lasciato trasportare dalla sua vocalità.
Gli altri componenti del gruppo sono Ragnar “Raggi” Þórhallsson (voce, chitarra acustica), Brynjar Leifsson (chitarra elettrica, chitarra baritona, cori), Arnar Rósenkranz Hilmarsson (batteria, percussioni, cori)
e Kristján Páll Kristjánsson (basso, cori).
Nanna in un’intervista dice: “Abbiamo un sacco di vecchie storie in Islanda, scritte da non si sa chi, storie che sono state tramandate oralmente per secoli. A volte parlano di mostri del mare, o esplorazioni di montagne, o troll ed elfi. Queste cose ispirano molto noi islandesi e si cresce ascoltando continuamente quelle storie. Quando abbiamo iniziato a lavorare ai testi non avevamo intenzione di scrivere delle storie in prima battuta, ma abbiamo pensato che fosse il modo migliore per creare insieme. Per noi è davvero difficile andare sul personale e parlare di cose private: è più divertente dare vita insieme a qualcosa di nuovo ed è per questo che le storie sono venute quasi da sole. Le abbiamo trovate strada facendo”.
Hanno pubblicato due album My Head Is An Animal e l’ultimo, Beneath The Skin e, a questo proposito, Ragnar Þórhallsson dice: “nel primo album abbiamo raccontato le nostre storie, le storie della nostra terra; adesso raccontiamo quello che è stato girare il mondo, conoscere ogni giorno un posto nuovo”.

fonti:
http://www.ofmonstersandmen.com/
https://en.wikipedia.org/wiki/Of_Monsters_and_Men
https://it.wikipedia.org/wiki/Of_Monsters_and_Men