Vinicio Capossela presenta il nuovo disco “Canzoni della Cupa”


“[…] un’opera originale in cui l’artista esplora quel territorio giacimento di culture, racconti e canti che hanno ispirato il suo ultimo romanzo, Il Paese dei Coppoloni. Un mondo che la Storia ha seminterrato, ma che fa sentire l’eco e il suono se gli si presta orecchio e ci si dispone al sogno, come lo ha definito proprio Capossela”.

Canzoni della Cupa è un disco in due parti, anzi, in due lati: Polvere e Ombra”.
“Il lato esposto al Sole, il lato che dissecca, che asciuga al vento. Il lato della Polvere.
Il lato della ristoccia riarsa, su cui il grano è stato mietuto. Il lato del lavoro costato quel grano. Il lato del sudore e dello sfruttamento di quel lavoro.
E poi il lato in Ombra, il lato lunare, il lato dello sterpo e dei fantasmi. Il lato degli ululati e dei rovi, dei rami che contro luna danno corpo alle creature che si fanno vedere da uno solo alla volta per sfuggire alla classificazione zoologica. Il lato delle creature della Cupa, del pumminale, del cane mannaro, della bestia nel grano. Il lato dei mulattieri che rubano legna la notte, il lato delle fughe d’amore. Il lato delle apparizioni”.

Acquista il Vinile in Edizione Limitata da 180 gr.
.

.