Youssou N’Dour, dal Senegal la World Music che incanta


Youssou N’Dour (Dakar, 1º ottobre 1959) è un cantante e politico senegalese. Dall’aprile del 2012 è ministro della cultura e del turismo nel governo di Macky Sall.

A 21 anni Youssou, con il musicista El Hadj Faye, crea il suo primo gruppo, gli Etoile de Dakar, dove nasce e cresce lo mbalax, vale a dire l’ultima evoluzione della musica senegalese. In questo periodo la sua prima hit è la canzone Xaalis.
Partecipa assieme a Bruce Springsteen, Peter Gabriel, Tracy Chapman allo “Human Rights Tour”, una serie di concerti tenuti in nome di Amnesty International, nel 1988. Nel 1989 uscì il suo primo album internazionale intitolato The Lion (Gaïnde in Wolof), prodotto e distribuito dalla Virgin. La canzone Shaking the tree è prodotta in duo con Peter Gabriel. Nell’ottobre 1990, in concomitanza con il suo nuovo tour europeo, esce Set il suo secondo album prodotto dalla Virgin.
Il celebre duetto con Neneh Cherry, con la quale cantò 7 Seconds, 1.500.000 di copie vendute, fu un successo in tutto il mondo e trascinò, nel 1994, il nuovo album The Guide (Wommat) al vertice delle classifiche europee, portando così la star senegalese a conquistare i mercati al di fuori dell’Africa. L’album contiene anche due canzoni di Bob Dylan, Chimes of Freedom e Undecided.

Il 16 ottobre 2000, Youssou N’Dour è stato nominato Ambasciatore di buona volontà dell’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO).

Youssou N’Dour. (4 marzo 2017). Wikipedia, L’enciclopedia libera. Tratto il 5 giugno 2017, 16:23 da //it.wikipedia.org/w/index.php?title=Youssou_N%27Dour&oldid=86280066.